Politica Forense

Ultimo aggiornamento .

LA TUTELA DEGLI AVVOCATI IN MATERNITA' E PATERNITA': LA PROPOSTA DELLA SEZIONE DI BRESCIA DEL MOVIMENTO FORENSE

Brescia, 26 maggio 2015. Pubblichiamo la missiva che il Movimento forense Sezione di Brescia ha inviato al Proprio COA, per chiedere una tutela degli avvocati in maternità /paternità.

****

Ecc.mo

Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Brescia

In persona del Presidente p.t.

Via S. Martino della Battaglia, 18 - 25121 Brescia

 

Brescia, 25/05/2016

 

Oggetto: Tutela della maternità e della paternità per gli avvocati

Onorevole Coa di Brescia,

Preg.mo Presidente ed egregi Consiglieri,

con rammarico prendiamo atto, come da Vs pregiata del 20/05/2016, della decisione di non istituire presso il Coa di Brescia un tavolo di discussione con le associazioni territoriali, che avrebbe avuto lo scopo non di invadere competenze istituzionali riservate al Coa, quanto invece di creare un ambiente di riflessione e dibattito sulle problematiche dell’avvocatura bresciana, che invero non sono poche.

Tuttavia, poiché nella Vs pregiata è anche precisato che il Coa è disponibile a valutare eventuali “segnalazioni”, eccoci pronti con un argomento di assoluta rilevanza: la tutela della maternità e della paternità degli avvocati, nonché del diritto di assistenza del congiunto.

In molti Fori sono stati stipulati Protocolli virtuosi, che consentono di chiedere un rinvio delle udienze penali e civili per legittimo impedimento in caso di maternità (per la durata del periodo previsto di astensione obbligatoria), nonché per entrambi i genitori in caso di malattia del bambino fino ad un limite di età. E’ anche stata prevista la possibilità di chiedere modifiche dell’orario d’udienza sempre in caso di malattia del bambino, o in caso di necessità derivanti dall’assistenza a congiunto affetto da disabilità.

Certi di fare cosa gradita, alleghiamo, a titolo esemplificativo, in particolare i Protocolli in uso a Verona, Modena e Milano.

Con la presente, dunque, siamo a chiedere se presso il Foro di Brescia è stipulato un protocollo a tutela della maternità e paternità del difensore, ed in caso affermativo, ove possiamo reperirne il testo. Nella denegata ipotesi negativa, siamo ad sollecitare affinché lo Spett.le Coa di Brescia voglia adottare tutte le iniziative utili e necessarie affinché anche presso in nostro amato Foro trovi accoglimento una soluzione analoga a quelle sopra menzionate, invitando anche una valutazione circa l’opportunità di esentare le donne in stato di gravidanza dall’obbligo di passare sotto il metal detector. Riteniamo sarebbe altresì opportuno istituire presso il Coa delle liste di Avvocati disponibili a prestare un servizio di sostituzioni in udienza, in favore di Colleghi in condizioni di malattia o altro grave impedimento, laddove per qualsiasi ragione non sia stato possibile ottenere un rinvio (servizio magari anche remunerato, ma con una vigilanza del Coa).

Infine, alleghiamo una proposta di legge in materia, redatta dall’Avv. Barbara Dalle Pezze, la quale ritiene che la tutela di diritti fondamentali quali la maternità, la paternità e la salute dei bambini, debbano essere tutelate con legge e trovare ingresso nelle strutture processuali.

Confidando in cortese riscontro, porgiamo i nostri più

Cordiali saluti

Movimento Forense – Sezione di Brescia

il Presidente Avv. Barbara Dalle Pezze

****

Clicca sul link per scaricare la lettera inviata al COA Brescia

Clicca sul link per scaricare la proposta di legge sulla tutela della maternità / paternità

Clicca sul link per scaricare il protocollo di Milano

Clicca sul link per scaricare il protocollo di Modena

Clicca sul link per scaricare il protocollo di Verona


Commenti

Nessun commento.

Registrati per poter commentare.

© 2013 Movimento Forense - Sito sviluppato da Filippo Iovine