Comunicati Stampa
Speciale Elezioni

Ultimo aggiornamento .

IL MOVIMENTO FORENSE SCRIVE ALLE ISTITUZIONI IN MERITO AL REGOLAMENTO ELETTORALE

Brescia, 10 luglio 2015. Si pubblicano di seguito le comunicazioni inviate dal Movimento Forfense, Sezione di Brescia, ha inviato rispettivamente al Consiglio dell'Ordine circondariale e al CNF e Ministero delle Gisutizia in materia di elezioni dell'Ordine forense. 

 

E mail info@ordineavvocatibrescia.it

Ecc.mo

Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Brescia

In persona del Presidente p.t.

Via S. Martino della Battaglia, 18 - 25121 Brescia

 

Oggetto:

Elezioni del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Brescia quadriennio 2015-2018 indette per il 08/ 09/ 10 Luglio 2015

Annullamento delle operazioni di voto

Missiva PEC del Coa di Brescia del 08/07/2015

 

Ecc.mo Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Brescia,

il Movimento Forense- sezione di Brescia, rilevando che:

1)         Le elezioni del consiglio dell’Ordine di Brescia sono state più volte convocate e successivamente sospese, sostanzialmente in ragione delle vicende giudiziarie che hanno visto impugnato il regolamento elettorale di cui al d.m. 170/2014 dinnanzi al Tar del Lazio;

2)         Da ultimo, con avviso del Presidente del Coa di Brescia datato 04/06/2015 le predette elezioni sono state convocate (per la terza volta), nonostante pendesse il giudizio impugnatorio sopra citato, e quindi, in sostanza persistessero le ragioni di incertezza che avevano suggerito i precedenti due rinvii deliberati dall’Assemblea (peraltro, il secondo del 23/02/2015 a termine per la presentazione delle candidature già decorso);

3)         In data 07/07/2015 il Coa di Brescia inviava comunicazione agli iscritti, allegando anche delle “avvertenze” per il voto, le quali tuttavia giungevano senza che fosse intervenuto alcun provvedimento da parte delle competenti istituzioni, né normativo né interpretativo, del regolamento elettorale, alla luce delle sentenze del Tar del Lazio che nel frattempo erano state pubblicate in data 13/06/2015 (sentenze numeri 8332/2015, 8333/2015, 8334/2015);

4)         In data 08/07/2015, alle ore 10.00 iniziavano le operazioni di voto (peraltro in luogo all’interno del Palagiustizia non adeguatamente segnalato, con la conseguenza che molti Colleghi non trovavano il seggio), le quali –operazioni- venivano sospese alle ore 11.00 circa;

5)         Seguiva, alle ore 17:36 del medesimo giorno, una comunicazione a mezzo PEC inviata dall’indirizzo di posta elettronica certificata segreteria@brescia.pecavvocati.it, contenente, nel corpo, il seguente messaggio “Cari Colleghi,

nel corso delle operazioni di voto è emerso che la scheda elettorale, pur riportando apparentemente il numero di 14 righe per l’espressione del voto nella sezione A, ne conteneva in realtà 13.

Poiché a norma degli artt. 13 e 9 del regolamento elettorale approvato con D.M. n. 170/2014 la presenza di un numero errato di righe è causa di nullità della scheda, la commissione elettorale, sentito il parere dei rappresentanti di lista e dei candidati individuali che si sono a maggioranza espressi per la sospensione e la rinnovazione delle operazioni di voto, ne ha disposto la sospensione, rimettendo la decisione al Consiglio dell’Ordine.

Questo, riunitosi d’urgenza, ha disposto l’annullamento delle operazioni di voto, rimettendo ogni ulteriore determinazione a successiva seduta.

Con cordiale colleganza.

IL SEGRETARIO (avv. Maria Ughetta Bini)

IL PRESIDENTE (avv. Pierluigi Tirale)

Tutto ciò premesso, il Movimento Forense-Sezione di Brescia

-       Chiede che venga data chiarezza circa il presunto vizio della scheda elettorale denunziato con la comunicazione PEC sopra citata, indicando, in particolare se la scheda medesima contenesse 13 o 14 righe, e precisando esattamente le circostanze e le ragioni che hanno indotto la decisione di sospendere le operazioni di voto (ad esempio: quante erano le schede viziate, i motivi per cui non è stato possibile riportare a regolarità la situazione, etc.);

-       Chiede che venga pubblicato nel sito istituzionale del Coa di Brescia, ed in ogni caso portato alla conoscenza di tutti gli iscritti, laddove non già fatto:

a)    La comunicazione PEC inviata agli iscritti in data 08/07/2015, sopra citata;

b)    La copia per scansione della scheda “nulla”, in modo che tutti gli iscritti possano prenderne visione;

c)    Il Verbale della riunione d’urgenza del Consiglio intervenuta in data 08/07/2015 e di cui si fa menzione nella comunicazione Pec citata;

d)    La composizione della Commissione Elettorale di cui all’art. 8 d.m. 170/2014, con i nominativi dei componenti e l’atto di costituzione della medesima;

Infine il Movimento Forense-Sezione di Brescia esprime il più profondo rammarico e disappunto per la gestione delle operazioni elettorali e di voto in relazione ai fatti sopra riportati.

Il Movimento Forense ritiene che il momento in cui gli Avvocati scelgono i propri rappresentanti sia SACRO e debba essere tutelato con la doverosa attenzione e diligenza. Si confida, pertanto, che l’Ill.mo Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Brescia Voglia accogliere le richieste sopra formulate, ed adoperansi affinché questa situazione, che gli Avvocati bresciani non meritano, venga tempestivamente risolta, informando e coinvolgendo gli iscritti e le associazioni forensi presenti sul territorio. E ciò al fine consentire al più presto che i Colleghi possano eleggere i propri rappresentanti, con garanzia di rispetto di ogni regola, valutando, in ogni caso, il momento opportuno per assicurare la massima affluenza alle urne, anche alla luce delle imminenti ferie estive.

Con Osservanza,

 

Movimento Forense – Sezione di Brescia il Presidente Avv. Barbara Dalle Pezze

 

Movimento Forense Il Presidente Avv. Massimiliano Cesali

 

PER SCARICARE IL TESTO DELLA COMUNICAZIONE IN FORMATO PDF CLICCA QUI

 

        *****************************************

 

E mail callcenter@giustizia.it

Ecc.mo

MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

In persona del Ministro p.t.

via Arenula 70 - 00186 Roma

 

 

E mail giurisdizionale@consiglionazionaleforense.it

Ecc.mo

Consiglio Nazionale Forense

In persona del Presidente p.t.

Via Arenula, 71 – 00186 Roma

Besizzole, 10/07/2015

Oggetto: Urgente necessità di un regolamento per le elezione dei componenti dei consigli degli ordini circondariali forensi

Ecc.mo Ministero della Giustizia,

Ecc.mo Consiglio nazionale Forense,

scrivo in qualità di Presidente della sezione territoriale di Brescia, ed in proprio, quale Avvocato, per rilevare quanto segue.

Come è noto, il Tar del Lazio, con le sentenze n. 8332/2015, 8333/2015, 8334/2015, pubblicate in data 13 giugno 2015, ha affermato l’illegittimità degli artt. 7 e 9 del regolamento ministeriale di cui al d.m. 170/2014 nella parte in cui: a) consentono all’elettore di esprimere un numero di preferenze pari al numero degli eligendi; b) consentono la presentazione di liste con un numero di candidati pari a quello dei consiglieri da eleggere; c) prevedono che le schede elettorali contengono un numero di righe pari al numero degli eligendi.

 

Il TAR ha altresì ritenuto illegittimo il comma 7 dell’art. 14 dello stesso regolamento, in quanto, prevedendo un intervento correttivo a valle del procedimento elettorale, si pone in contrasto con i principi costituzionali in materia di tutela di genere.

In conseguenza delle menzionate sentenze, oggi vi è un vuoto di disciplina sulle modalità di elezione dei componenti dei consigli degli ordini circondariali forensi, vuoto che deve essere sanato al più presto al fine di consentire agli Ordini degli Avvocati di convocare elezioni, ed agli iscritti di eleggere i propri rappresentanti, con la garanzia di una regolamentazione completa ed adeguata. disciplina compiuta.

Pertanto con la presente sono a chiedere che l’Ill.mo Ministero della Giustizia e l’Ill.mo Consiglio Nazionale Forense adottino, senza ulteriore indugio, nell’ambito delle rispettive competenze, ogni provvedimento utile e necessario affinché la situazione sopra descritta venga risolta e l’elezione dei componenti dei consigli degli ordini circondariali forensi possa compiersi nell’ambito di un regolamento completo in ogni sua parte (ed ineccepibile sotto ogni profilo).

Con Osservanza,

Movimento Forense – Sezione di Brescia

Il Presid. Avv. Barbara Dalle Pezze

 

PER SCARICARE IL TESTO DELLA COMUNICAZIONE IN FORMATO PDF CLICCA QUI


Commenti

Nessun commento.

Registrati per poter commentare.

© 2013 Movimento Forense - Sito sviluppato da Filippo Iovine